SCULTORI

gli Artisti nell'ALCOVA

Floriano Bodini
BIO    
Floriano Bodini nasce a Gemonio (Varese) nel 1933. Dopo il Liceo Artistico, studia a Milano all'Accademia di Brera con Francesco Messina. Cattura subito, muovendosi nel mondo artistico milanese, le istanze della generazione dei "realisti esistenziali". La sua prima per-sonale è del 1958 con la presentazione di Giuseppe Guerreschi. Nel 1968 una sua scultura in legno, "Ritratto di un Papa", è collocata ai Musei Vaticani.
La sua opera viene, da quel momento, conosciuta nei principali paesi europei, comparendo nelle rassegne più importanti di carattere nazionale ed internazionale. Nel 1973 esce il catalogo generale della sua grafica "Un diario spietato" di Enzo Fabiani. Nel 1977 riceve dall'Accademia Nazionale di San Luca il premio Presidente della Repubblica per la Scultura e nel 1970 il premio Bolatti. Nel 1978 assume la Cattedra di Scultura all'Accademia di Carrara di cui è direttore fino al 1987 e, dal 1991 al 1994, ne è il Presidente.
Attualmente è titolare della Cattedra di Scultura presso la Technische Hochschule di Darmstadt in Germania. Dal 1985 si apre il grande ciclo delle opere pubbliche, con committenze, tra l'altro, per il Duomo di Milano, di Parma, di Varese, per i Santuari di Loreto e di Rho. Nel 1996 riceve a Roma il premio Michelangelo Buonarroti per la Scultura e nel 1997 il premio Milano Città d'Arte. Nel 1997 esegue per la nuova sede AGIP di San Donato Milanese l'imponente bronzo "Volo di colombe". Nel 1993 vince il concorso internazionale per il monumento ai "Sette di Gottinga" per la piazza del Parlamento di Hannover che realizza nel 1998.
 
     

 

Statistiche gratis